Un anno iniziato con i migliori auspici e precipitato all’improvviso nell’incubo del Covid-19 che, per il settore dei trasporti legati all’automotive, si è tradotto in un secondo trimestre da record in negativo, con una diminuzione dei trasporti effettuati di -39,7% rispetto al 2019. Nel terzo trimestre, nonostante primi timidi segnali di ripresa, si è registrato comunque un calo di -3,5%. Solo ora, nel pieno del quarto trimestre, si intravedono le prime importanti inversioni di tendenza: ottobre e novembre 2020 hanno visto un aumento del 14% nei volumi rispetto al primo trimestre 2020. Questo è quello che emerge dalla ricognizione effettuata da uno tra i maggiori attori europei del settore dei trasporti, Raben Sittam (parte di Raben Group), che per l’occasione ha analizzato i dati delle varie ramificazioni che ha nel segmento FTL (Full Truck load) ovvero il trasporto a carico completo.

Raben Sittam

Raben Sittam, una lunga tradizione nel trasporto europeo

Con oltre 500.000 spedizioni annuali gestite, oltre 50.000 mq di magazzino e una presenza capillare in Italia con oltre 16 filiali, Raben Sittam  è considerata oggi leader nel trasporto groupage internazionale, terrestre, marittimo e aereo. A livello europeo, il Gruppo è presente in 13 paesi e ogni anno amministra 13.000.000 di spedizioni annuali, confermandosi uno dei più importanti player europei nel settore dei trasporti e della logistica.

Nel settore automotive Raben Sittam si occupa non solo di consegna diretta di pezzi di ricambio negli stabilimenti e centri di servizio, gestione della logistica dei packaging di ritorno e stoccaggio ma anche del trasporto di merci pericolose: airbag, spray, oli per veicoli e agenti cosmetici (aerosol), ovvero tutte quelle componenti che richiedono conducenti esperti e formati per questo tipo di attività.

Logistica automotive, la ripresa è in atto

L’esperienza e la presenza a livello europeo hanno quindi permesso al Gruppo di fotografare l’andamento del settore automotive (dati UNRAE) dal punto di vista della logistica da inizio anno fino a novembre 2020, alla luce anche delle implicazioni causate dalla pandemia mondiale. Quello che è emerso è che se nei mesi di aprile, maggio e giugno si sono registrati cali considerevoli, da luglio 2020 ci sono stati importanti segnali di ripresa fino ad arrivare ad una crescita nei mesi di ottobre e novembre 2020.

«Dal nostro punto di vista possiamo affermare che il settore automotive sta recuperando, in minima parte, le pesanti conseguenze che il Covid-19 ha portato nella industry – ha dichiarato Marco Ongaro, Branch & Partners Manager -. Negli ultimi mesi stiamo registrando una crescita e questa lo stiamo vivendo con un segnale positivo nonostante il clima di incertezza economica e sanitaria che l’Italia e non solo sta attualmente affrontando».

L’attenzione italiana per la sostenibilità

Uno dei mercati trainanti del settore automotive è sicuramente quello delle auto elettriche. Nonostante i dati negativi che registra il mese di novembre 2020 rispetto a novembre 2019 in termini di immatricolazioni totali, le vendite delle auto ibride, elettriche e plug-in sono cresciute del 206,7% a novembre 2020. Secondo i dati UNRAE, la quota di mercato delle immatricolazioni complessive per la prima volta tocca il 3,4%.

In un settore in crisi come quello automotive c’è però un’altra evidente conferma di quanto gli italiani siano attenti a tematiche legate alla sostenibilità e ad un acquisto consapevole. Secondo gli ultimi dati GFK, 1 famiglia su 3 ha smesso di acquistare prodotti a causa dell’impatto negativo che possono avere sulla società e sull’ambiente. Anche Raben Sittam è da tempo impegnata a creare una supply chain sostenibile che vuol dire concretamente, ad esempio, sostituzione sistematica di vecchi camion con i nuovi in grado di soddisfare i più recenti requisiti di emissione di gas serra o applicazione di soluzioni pro-ecologia riguardanti l’uso delle risorse naturali nei magazzini.

In primo piano

Articoli correlati

L’editor francese TDI apre una filiale in Italia

TDI, leader francese nelle soluzioni software di gestione dei trasporti (CMS), ha annunciato il suo arrivo in Italia con l’apertura di un ufficio commerciale a Milano. Il Country Manager a capo della filiale italiana dell’editor è Matteo Moretto, con 23 anni di esperienza nel settore dei trasporti....