Palfinger Heavy Line in azione

Palfinger ha da sempre puntato alle gru retrocabina ad alte prestazioni. Il costruttore austriaco ha infatti una solida storia di costruttore di gru che gli ha permesso di diventare un marchio leader a livello mondiale. Non solo gru da cantiere ma anche equipaggiamenti per il settore forestale con la specializzazione del marchio Epsilon. La gamma Palfinger è divisa in cinque grandi famiglie con target operativi ben specifici. Partendo dalla linea Small per i piccoli automezzi, si passa alle Light, Medium, Heavy e Special. La gamma Heavy è ovviamente indicata per le applicazioni pesanti su automezzi ordinari. Si parla infatti di capacità di carico che vanno da 35 a 150 Tm.

Palfinger Heavy, per lavori pesanti

Il costruttore austriaco punta infatti su strutture ottimizzate grazie all’uso di acciai ad alta resistenza. Leggerezza e robustezza sono quindi le due caratteristiche che Palfinger fornisce “di serie” ai suoi clienti. La linea Heavy massimizza questi concetti fondamentali puntando a prestazioni molto elevate senza però rinunciare alla agilità che macchine di questo tipo dovrebbero avere per essere efficienti e produttive.

Palfinger Heavy Line in sollevamento container

La definizione High Performance che caratterizza la sigla di ogni modello è chiaramente indicativa di questo modo di pensare. La concentrazione di tecnologia, elevate prestazioni e un design tecnico del tutto innovativo ha permesso alla Linea Heavy di Palfinger di ritagliarsi una posizione di spicco nel mercato di queste fondamentali macchine per il sollevamento.

PK 200002 L SH High Performance, il modello di punta

Il modello di punta della Linea Heavy è il PK 200002 L SH High Performance. Si tratta di una gru pensata per applicazioni molto pesanti in grado di unire una flessibilità di impiego che la accomuna a gru più piccole e compatte. L’altezza di sollevamento idraulico è notevole potendo arrivare a 49 metri. Con il Power Link Plus è possibile avere delle applicazioni aggiuntive che aumentano la polivalenza. La presenza del controllo a doppio circuito permette di avere una elevata velocità di lavoro. Viste le prestazioni molto elevate, Palfinger ha pensato a un sistema di stabilizzazione posteriore estensibile. La gestione elettronica e idraulica assicura massima precisione e sicurezza grazie all’AOS. Ultimo, ma non meno importante, il fatto di poter essere installata direttamente sul telaio standard di automezzi a 4 assi.

Palfinger Heavy Line in sollevamento bobina elettrica

In primo piano

Articoli correlati

Solera annuncia una partnership strategica con Axalta

Grazie alla collaborazione con Solera, Axalta è il primo produttore di vernici per carrozzeria a fornire i dati per calcolare con precisione le emissioni di CO2 dei prodotti e dei processi utilizzati durante la riparazione, anziché le medie generali del settore.