Il FUSO eCanter di seconda generazione entra in produzione nello stabilimento produttivo Daimler Truck di Tramagal, nel centro del Portogallo. Siamo stati nella storica ‘casa’ del Canter (dal 1980 a oggi ne sono stati realizzati più di 250mila) per assistere all’evento di lancio della New Generation che, rispetto a quella lanciata nel 2017, si differenzia per tanti aspetti. In breve, adesso abbiamo di fronte un veicolo ‘nativo elettrico’, cioè progettato da zero per un powertrain elettrificato, e non più uno adattato. Con tanti vantaggi tecnologici per i clienti che decidono di approcciarsi all’elettrificazione per le loro flotte urbane. In più, FUSO ha valorizzato al massimo i concetti di flessibilità e modularità, sia per quanto riguarda il powertrain, sia in termini di opzioni applicative. Su Vado e Torno di giugno potrete leggere il report completo sulla nuova generazione del veicolo che proprio quest’anno festeggia i suoi primi 60 anni.

fuso ecanter

FUSO eCanter, ecco la nuova generazione

L’avevamo già ammirata, la nuova generazione dell’eCanter, sia alla IAA Transportation, sia a Bauma nel 2022. Adesso, eccola nel suo ambiente nativo, quel Portogallo che FUSO ha scelto come avamposto produttivo per l’Europa. Provandolo in pista all’autodromo dell’Estoril, non lontano da Cascais. In Giappone, la produzione del nuovo light truck elettrico è iniziata già nel primo trimestre di quest’anno, mentre in Europa la nuova generazione è inizialmente in vendita in 17 Paesi, Italia compresa.

Per l’eCanter Next Generation di FUSO, ‘Made in Europe’ non si riferisce solo all’assemblaggio del veicolo a Tramagal: oltre il 50% dei componenti del truck elettrico proviene da oltre 90 diversi fornitori europei. In linea con la produzione del veicolo completamente elettrico FUSO eCanter, dall’anno scorso lo stabilimento MFTE sta convertendo gradualmente alla mobilità elettrica a zero emissioni l’intera flotta interna destinata alla logistica e allo stoccaggio.

fuso ecanter

42 versioni e tante possibilità di scelta

E se finora l’autocarro elettrico era disponibile esclusivamente nella versione da 7,49 ton con un passo di 3.400 mm, ora si può scegliere fra sei passi compresi tra 2.500 e 4.750 mm e un peso totale ammesso compreso tra 4,25 e 8,55 ton. La capacità di carico del telaio può raggiungere le 5 ton. L’eCanter Next Generation viene azionato da un motore elettrico da 110 kW (varianti con peso complessivo 4,25 e 6 tonnellate) o 129 kW (varianti con peso complessivo 7,49 e 8,55 tonnellate) con catena cinematica ottimizzata e una coppia di 430 Nm; la velocità massima raggiunge gli 89 km/h (autolimitata).

fuso ecanter

A seconda del passo, sono disponibili tre diversi pacchetti batteria: S, M e L. Le batterie utilizzano la tecnologia delle celle al litio ferro fosfato (LFP). Queste sono caratterizzate soprattutto da lunga durata e da una maggiore energia utilizzabile. Il pacchetto batteria della variante S ha una capacità nominale di 41 kWh e consente un’autonomia fino a 70 chilometri. La capacità nominale della variante M è di 83 kWh e l’autonomia raggiunge i 140 chilometri. Come pacchetto più potente, la variante L offre una capacità nominale di 124 kWh e autonomie fino a 200 chilometri.

Per quanto concerne la ricarica delle batterie, l’eCanter Next Generation è compatibile con tutte le tensioni di rete dei principali mercati. L’unità di ricarica supporta la ricarica sia a corrente alternata (AC) che a corrente continua (DC). Lo standard di ricarica è il Combined Charging System CCS ed è possibile la ricarica fino a 104 kW.

In primo piano

100 nuovi IVECO S-Way alimentati ad HVO per il gruppo SMET

SMET ha scelto 100 nuovi IVECO S-Way Fuel Hero da 490 cavalli, che saranno consegnati nel corso di quest'anno e destinati ad attività di trasporto lungo l'intero territorio nazionale. I 100 IVECO S-Way Fuel Hero da 490 cavalli, modello AS440S49T/P, sono trattori a due assi dotati di motore Cursor 13...

Transpotec Logitec 2024, i temi chiave e il programma

A meno di un mese da Transpotec Logitec, ecco il programma formativo che animerà le quattro giornate. I temi chiave dell’evento – la transizione energetica, il mercato e le professioni, l’impatto sulla mobilità urbana, l’innovazione e la sicurezza – saranno affrontati attraverso un ricco programma d...

Articoli correlati