Martin Kolomy è il primo vincitore della Dakar 2017. Al termine della frazione che ha portato i 50 camion al via (348 equipaggi in totale) dalla pedana di partenza di Asuncion, capitale del Paraguay, fino a Resistencia, in Argentina, l’alfiere del Tatra Buggyra Racing, ha preceduto i 13 secondi l’Iveco Trakker del Team Petronas guidato dal sorprendente Van Genugten, di 25 secondi il Renault di Van Den Brink, di 31 secondi il Tatra di Ales Loprais.

Al quinto posto, staccato di 42 secondi dal vincitore, Gerard De Rooy, campione uscente, ha anticipato il primo dei Kamaz, quello di Nikolaev. Per Kolomy, 43 anni, ceco nativo di Bruntal, che divide l’abitacolo con i fratelli Kilian, si tratta del primo successo in otto partecipazioni alla Dakar. L’ordine di arrivo della tappa odierna, 454 chilometri complessivi di cui 39 di prova speciale effettiva, vale anche come classifica generale provvisoria.

Naturalmente questa prima frazione è stata interpretata in maniera estremamente accorta dai favoriti alla vittoria finale. Che di fatto hanno giocato a marcarsi con il solo obiettivo di non commettere errori. Lo confermano gli 8 secondi che al traguardo separano il musone Iveco Powerstar e il primo Kamaz della temibile armata dell’est.

Domani, seconda frazione, tutta in terra argentina: 824 chilometri totali e 284 km di prova speciale, da Resistencia a San Miguel de Tucumàn. Si annuncia una frazione combattuta. Con la terza tappa, infatti, si sale in quota. Meglio non concedere troppo vantaggio agli avversari.

LA CLASSIFICA: 1. Kolomy (Tatra); 2. Van Genugten (Iveco) a 13″; 3. Van Den Brikn (Renault) a 25″; 4. Loprais (Tatra) a 31″; 5. De Rooy (Iveco) a 42″; 6. Nikolaev (Kamaz) a 50″.

In primo piano

Nuova vita ai teloni da camion usati? Ci pensa Freitag

Dare una seconda vita a un materiale di scarto, come i teloni da camion usati. È stata questa, già nel 1993, l’intuizione dei due graphic designer Markus e Daniel Freitag, che erano alla ricerca di una borsa funzionale, idrorepellente e robusta per i loro progetti. 

[VIDEO] MAN TGX 18.520, storia di un record

Nelle prossime settimane ripercorreremo il test da primato del MAN TGX 18.520, lo contestualizzeremo nell’ormai lunga storia del nostro Supertest da 500 km e approfondiremo alcuni aspetti specifici – dalla catena cinematica alla cabina; dai sistemi di assistenza al ruolo del driver – che hanno porta...

Articoli correlati

A Milano il convegno di Assologistica e i premi “Logistico dell’anno”

Si è concluso l’evento “Lavorare meglio, questione di logistica - Costruiamo le basi per il futuro del Paese”, organizzato da Assologistica presso il Belvedere Jannacci nel grattacielo Pirelli a Milano. L’evento è stato anche l’occasione per assegnare per il diciannovesimo anno i premi “Logistico de...